Tuesday, 11 December, 2018 09:00

Al via la campagna di tesseramento Arci 2014

bannerino_tesser

La campagna di tesseramento ARCI 2014

La campagna tesseramento ARCI 2014 è accompagnata dalla frase «Più cielo per tutti», come a dire viviamo tutti sotto lo stesso cielo ma non tutti abbiamo lo stesso orizzonte. Vogliamo più cielo, più sogni, più diritti.

Abbiamo bisogno di elevare le nostre quotidianità, fatte di corse affannate, frenetiche e talvolta smarrite, con un obiettivo più grande in cui coniugare impegno, solidarietà, difesa dei diritti, cultura, aspirazioni, volontariato, sogni.

E vogliamo farlo insieme, protagonisti all’interno della più grande associazione di promozione sociale presente sul territorio italiano con i suoi 1.120.000 soci e quasi 5.000 basi associative.

Lo facciamo con la pratica del tesseramento che si avvia in queste settimane, che è per noi forma e sostanza.

E’ il momento del rinnovamento del patto associativo, dell’adesione ai principi valoriali che ispirano la nostra associazione, della condivisione della mission e degli obiettivi. Il momento in cui si sceglie di diventare di un’associazione che non sta a guardare ma che agisce, che si trasforma, che accoglie sempre nuove sfide, un’associazione che esiste e vuole farsi sentire.

Quella tessera garantisce partecipazione e democrazia, trasparenza e collegialità, nonché parte attiva di un progetto che sa coniugare autodeterminazione e pragmaticità.

“Ci sono stelle che non stanno a guardare” recita ancora la campagna, e la nostra stella, la stella dell’Arci, quella che è riportata nel lostro logo, è una stella che ha l’ambizione di brillare e bruciare, di non passare inosservata ma di lasciare sempre qualcosa, di portare un contributo, di esser protagonista nei territori dove è presente.

 

Il Cinema è un’ ossessione? Il volto di donna ritratto nella tessera ci ricorda Amalia Earhart

Ed in questa tessera ARCI dai colori e dalla grafica così nuova ci piace vedere qualcosa che ci parla di cinema, la nostra passione collettiva.

Quel volto di donna con quegli occhiali in testa ci ricorda un po’ Amalia Earhart, una giovane donna con una sola grande passione, il cielo.

Hilary Swank le ha dato il volto nel film di Mira Nair del 2009.

Una storia straordinaria di una donna audace e coraggiosa che sale per la prima volta su un biplano a Long Beach nel 1920, un’esperienza straordinaria che la spinge a fare qualsiasi tipo di lavoro per mettere da parte 1000 dollari per le lezioni di volo. E poi l’acquisto del primo biplano giallo usato che chiama “Il Canarino”, con  cui stabilì nuovi record femminili e  la prima traversata atlantica nel 1928.

E’ del 1932 la trasvolata in solitaria che la fece entrare nella storia dell’aviazione, partendo da da Harbour Grace in Newfoundland e arrivando a Londonderry, in Irlanda del Nord.

Ma Amalia chiese a se stessa ancora di più: fare il giro del mondo in aereo. Purtroppo lei ed il suo aereo scomparirono misteriosamente in volo all’alba del 2 giugno 1937, nei pressi dell’isola di Howland, a poche miglia dal concludere l’impresa.

Ebbene, nella nuova tessera ARCI ci sembra di vedere Amalia, e ci piace farlo perché è per noi esempio di forza e determinazione. Amalia ha sempre sfruttato la sua notorietà a favore di cause sociali, voce autorevole impegnata a difendere i diritti delle donne e ad affermarne il ruolo all’interno dell’aviazione, un’icona di forza e tenacia.

Ed ha sempre guardato il cielo, rincorrendo i suoi sogni e lottando per raggiungerli.

Bannerone_tesseramento2014